Search

ilcielodiparma

Un blog parmigiano senza pretese e senza bandiere

Parma Capitale della Cultura, parte 2: ma come va raccontata questa città…?

parma capitale cultura piccola Riassunto della prima puntata – 1) La nomina di Parma capitale della cultura 2020 è un fatto concreto, positivo e importante: chi non parte da qui non è in buona fede. 2) Onestà intellettuale impone anche di sottolinearne il significato politico, dando atto al sindaco Pizzarotti di un ottimo lavoro verso l’esterno: prima la città creativa Unesco della gastronomia, ora questo riconoscimento ed anche il nuovo rapporto con le vicine Piacenza e Reggio, a dispetto di qualche titolo campanilistico sui giornali d’OltrEnza. 3) Ai Pizzarottiani va riconosciuta anche l’intelligenza di aver saputo correggere uno dei principali limiti della prima esperienza di governo (appunto la cultura), colmandolo con un acquisto come Michele Guerra che in pochi mesi si è conquistato approvazioni bipartisan.  Tutto questo Continue reading “Parma Capitale della Cultura, parte 2: ma come va raccontata questa città…?”

Parma Capitale della Cultura, parte 1…

Ci sono state due notizie importanti, in questo fine settimana: una bellissima sulla Cultura, una brutta sul tema sicurezza. Metterle insieme suonerebbe male, come a voler sminuire quello che è stato il fatto del giorno: ovvero la nomina di Parma a Capitale della cultura 2020. Allora oggi parliamo solo di quello, segnandoci però un promemoria per lunedì sull’altra notizia (l’aggressione vigliacca a Pepèn che segna un simbolo del dilagare del problema giovanile).  Onestà intellettuale vuole che al sindaco e alla giunta, Continue reading “Parma Capitale della Cultura, parte 1…”

Gino Bartali: quella fuga lunga due anni che salvò 800 ebrei

bartali

La sua fuga più bella l’ha tenuta nascosta per tutta la vita. E solo ora, per il grande pubblico, affiora pian piano tra le pieghe di una carriera di trionfi (Giri d’Italia e Tour de France) e di anni e anni nel mondo del ciclismo anche una volta sceso dalla bicicletta, ma senza mai lasciarsi sfuggire una parola sulla sua impresa più importante. Gino Bartali è stato Continue reading “Gino Bartali: quella fuga lunga due anni che salvò 800 ebrei”

Ecco tutti i numeri del Verdi di Toscanini

Cattura

Lo sapevate che Arturo Toscanini ha diretto musiche verdiane per 62 anni su 69 anni di carriera, per un totale di almeno 600 recite d’opera? Che ha presentato “Falstaff”, la sua opera preferita, in 22 stagioni? E che ha fatto conoscere “Aida” in 18 città di 8 nazioni diverse? Queste e altre curiosità sul binomio Verdi/Toscanini potrete trovarli  Continue reading “Ecco tutti i numeri del Verdi di Toscanini”

On/Off: dalla creazione di app alla follia di leggere, due sfide con i ragazzi

Finire la settimana con una sfida tra studenti per la creazione di app o altre nuove idee, e iniziare quella successiva con una pubblica lettura, sempre rivolta a teenager e giovanissimi. Cose che succedono dalle parti di strada Naviglio, nella Casa nel Parco che ospita On/Off e altre realtà legate alla creatività giovanile.  La chiamano Continue reading “On/Off: dalla creazione di app alla follia di leggere, due sfide con i ragazzi”

Facce da Va’ pensiero

Ogni volta è una emozione. E l’altra mattina nel foyer del Teatro Regio, per la commemorazione della morte di Giuseppe Verdi, il Va’ pensiero del Coro del Regio e della Corale Verdi diretti dal maestro Andrea Chinaglia è risuonato fra le colonne all’ingresso del teatro.  Questo video girato a fianco dei coristi è un omaggio alle espressioni, oltre che alle voci, di chi ogni volta ci fa rivivere questa magìa.

C’è un grande Wopa verde, dove nascono speranze

Questo slideshow richiede JavaScript.

Viene davvero in mente il “grande prato verde” di morandiana memoria. Ma lì erano gli anni ’60 e i giovani protagonisti sembravano all’ordine del giorno. Oggi, invece,  Continue reading “C’è un grande Wopa verde, dove nascono speranze”

Un anno dopo Arianna

Arianna-Rivara

Lo sguardo intenso e quel sorriso accennato. Arianna Rivara torna a guardarci oggi dalle pagine della Gazzetta, nell’annuncio dei familiari che la ricordano un anno dopo e annunciano una messa per lei sabato alle 11 a Sissa. Arianna è stata l’ennesima vittima parmigiana di femminicidio, anche se poi altri diversi fatti hanno ancora insanguinato la nostra città.  Continue reading “Un anno dopo Arianna”

Problema di aritmetica parmigiana

semaforo rosso

Problema

Se ogni volta che mi trovo al semaforo di viale Matteotti o viale Tanara almeno 2 parmigiani attraversano con il rosso (e non parliamo di via Cavestro o via Cairoli dove a volte è capitato anche a me); se in un’ora ognuno di noi può contare almeno 5 automobilisti parmigiani che mentre guidano consultano lo smartphone (senza contare ciclisti e scooteristi); se su dieci marciapiedi almeno in 1 si trovano escrementi di cane da dribblare (senza contare i tanti cani senza guinzaglio nei parchi fuori dalle aree a loro riservate); se a qualunque fermata del bus si vedono circa 40 mozziconi di sigarette gettati a terra (in buona parte ad opera di parmigiani)…  Continue reading “Problema di aritmetica parmigiana”

Powered by WordPress.com.

Up ↑