Search

ilcielodiparma

Un blog parmigiano senza pretese e senza bandiere

Quello straordinario racconto (parmigiano) sulla crudele assurdità della guerra

ritirata di russia

Ho letto un libro straordinario, scritto da un parmigiano ma di valore davvero universale. Ovviamente conoscevo da tempo la fama de “La ritirata di Russia” e del suo autore Egisto Corradi: uno dei più grandi inviati speciali di sempre, punto di riferimento quasi mitico anche per colleghi illustrissimi come Indro Montanelli.  Ma solo ora, dopo aver divorato tanti suoi articoli da manuale del giornalismo, mi sono accostato a questo libro che parla di guerra e della disastrosa ma anche coraggiosa ritirata degli alpini italiani mandati allo sbaraglio in Russia nel 1942-43.  Un capolavoro. Continue reading “Quello straordinario racconto (parmigiano) sulla crudele assurdità della guerra”

Qui Parma, a voi Municipio

municipio-sera-per-pagine-cieloparma

Settimana illuminante, per riflettere su come pensa oggi Parma, su come pensa la politica e sul rapporto fra la politica e noi.  Partendo da due storielline minori (che siano minori lo abbiamo detto fin dall’inizio, che non siano insignificanti lo abbiamo pure detto fin dall’inizio) che secondo tanti avrebbero “rotto le p…” e “non avete altro di cui parlare?”… Continue reading “Qui Parma, a voi Municipio”

Per chi suona la fontana?

pizzarotti bagno fontana

No, per carità: farne un caso politico proprio no, neppure col caldo e la carenza di notizie di un agosto. E quindi il dibattito politico rinviamolo e destiniamolo a questioni più importanti per una Parma che come tante altre città sta mutando la propria identità. Però due pensierini volanti sì: ci stanno.  Continue reading “Per chi suona la fontana?”

Piazza della Pace, per esempio

Cattura

E’ stato per decenni il simbolo delle ferite della guerra ed anche delle divisioni della città. Quello spazio vuoto e quel “non finito” non sono stati materia solo per architetti e urbanisti, ma hanno coinvolto e spesso acceso l’intera città: dalle prime proposte nel dopoguerra per la riedificazione del Palazzo Ducale e del Teatro Reinach alla vergogna della piazza-parcheggio intorno ad un mesto Giuseppe Verdi. E poi la rivolta contro il progetto De Carlo che avrebbe voluto edificare su via Garibaldi e il dibattito sul “cilindro” dell’architetto Botta destinato ad auditorium. Fino alla soluzione della piazza verde e con la fontana a richiamare le fondamenta di una antica chiesa: una soluzione bellissima da vedere, difficilissima da governare quando la piazza si è trovata nuovi e non sempre educati “inquilini”…  Continue reading “Piazza della Pace, per esempio”

Perchè chi viene a Parma dovrebbe rispettare le regole che non rispettiamo noi?

degrado collage foto

Un giorno a New York ho visto un cartello di divieto di parcheggio. Ma non era un normale divieto e ammoniva “Don’t even think..!.” ovvero “Non pensarci nemmeno” di parcheggiare qui…

La notizia, che ieri ho postato dalla Gazzetta,  di un nigeriano (richiedente asilo politico) denunciato mentre faceva pipì in strada in via Trento ha riaperto il mai sopito dibattito su “Parma che è cambiata”. E, “ovviamente”, per molti parmigiani il cambio è tutta colpa degli invasori immigrati incapaci di rispettare le regole della convivenza civile. Come già detto, e senza ipocrisie  Continue reading “Perchè chi viene a Parma dovrebbe rispettare le regole che non rispettiamo noi?”

Festival dei Rondoni: ecco come una città può volare alto con piccoli sforzi

Era rimasta incastrata nel finale della campagna elettorale, ma questa piccola storia va ora ripresa e raccontata. Anche perchè, proprio per chi dovrà ora amministrare la città, è un piccolo ma concretissimo esempio di come a volte basti davvero poco per volare alto. Letteralmente…

Continue reading “Festival dei Rondoni: ecco come una città può volare alto con piccoli sforzi”

Guercino, Piacenza dall’alto e il suo bel Duomo: una mostra da cui c’è da imparare

Non me ne vogliano i cugini di nord-ovest, ma non sono mai andato matto per Piacenza. Vista sempre al volo e sempre apparsa grigia, piatta, troppo industriale nei contorni. Però mi sbagliavo…  Continue reading “Guercino, Piacenza dall’alto e il suo bel Duomo: una mostra da cui c’è da imparare”

Magnani Rocca: un tesoro. Ma occorre collegarlo alla città

Questo slideshow richiede JavaScript.

La fotogallery parla da solo.  Depero il mago, la mostra che è tornata sui temi e le atmosfere del Futurismo è quasi solo un pretesto, per tornare ad ammirare quella meraviglia che è la Fondazione Magnani Rocca: davvero la “Villa dei Capolavori” come la definisce il sitoContinue reading “Magnani Rocca: un tesoro. Ma occorre collegarlo alla città”

La Pina

Quella maglia crociata è perfetta: ha il numero 90, ma evoca la gioventù dei calciatori. E Pina Lombardo, a dispetto dei 90 anni che scoccano, è lucida e vulcanica come sempre. Bello che intorno a lei  Continue reading “La Pina”

Powered by WordPress.com.

Up ↑