cattura

“Perchè bastardo?” chiede un post inserito evidentemente nelle ultime ore nella pagina facebook di Luigi Colla, il giovane in carcere con l’accusa di avere ucciso Elisa Pavarani. Ma l’ultima cosa di cui abbiamo bisogno oggi……è proprio l’altra violenza: quella di facebook che in casi del genere risponde alla violenza di un fatto con altre violenze, verbali e da tastiera.

Occorrono parole intelligenti (e io vi chiedo di leggere quelle di Laura Frugoni nell’editoriale della Gazzetta di Parma), occorrono soprattutto fatti. Occorre forse davvero un piano (regionale, nazionale) come suggerisce nel suo blog Fabrizia Dalcò. Ma al di là degli interventi legislativi e di polizia, che pure vanno resi più efficaci, occorre rivedere il nostro essere uomini, troppo spesso possessivo e violento. Mentre alle donne, fosse solo e letteralmente per la loro sopravvivenza, tocca imparare a non fidarsi di chi non lo merita, senza farsi imbrogliare dai sorrisi come quello della foto insieme che – ultimo doloroso oltraggio – campeggia ancora nella pagina facebook di chi a Elisa ha tolto la vita.