Le ultime sono bellissime, ma scorretele tutte perchè nella pagina Parma illustrata nata su facebook da un giovane collega in gamba, e con intorno un gruppo che mi piace da sempre, c’è un racconto di Parma che è allo stesso tempo originale, bello e intelligente. Sarebbe piaciuto a un giornalista-artista come  Tiziano Marcheselli, ed ora ha già tanto seguito sul social per eccellenza (che è sì pieno di banalità e peggio, ma che può riempirsi anche di qualcosa di diverso, se si hanno idee e passione).

Avanti così, quindi, con Parma illustrata e – me lo aspetto – con altre idee perchè oggi sognare giornalismo è tremendamente difficile: ma chi lo merita va incoraggiato e sostenuto. E questo, ragazzi, ve lo avrebbe detto anche un grande collega amico che 40 anni fa lo disse a me.

Quindi, andate tutti a vedere questa bella pagina:  Parma illustrata (e mettetegli il vostro Mi piace).