Search

ilcielodiparma

Un blog parmigiano senza pretese e senza bandiere

Month

gennaio 2017

Che cosa ti succede, Parma? Perchè non sappiamo più amare e rispettare le donne?

arianna-rivara-fb

Che cosa ci sta succedendo? Perchè tanto odio nella città che tanto amiamo e che tanto ha saputo amare? Perchè la capitale della Food Valley, dove il cibo non è solo prodotto d’azienda ma è anche pretesto di amicizia e di stare insieme, in questi mesi fa notizia nazionale come Blood Valley, dove le donne che dicono un no finiscono nel sangue? Continue reading “Che cosa ti succede, Parma? Perchè non sappiamo più amare e rispettare le donne?”

La Deposizione come non l’avete mai vista

deposizione-3d

E’ uno dei tesori più importanti di Parma: varrebbe da sola l’ingresso nel nostro Duomo (dove però, ovviamente, vi consigliamo una visita anche per la Cupola del Correggio, gli affreschi del Gambara, la cripta e in generale per godere la bellezza di una Cattedrale fra le più belle d’Italia). Ma la Deposizione dalla croce di Benedetto Antelami è di per sè un capolavoro,   Continue reading “La Deposizione come non l’avete mai vista”

La nuova storia di Parma di Alfieri

alfieri-210117-san-marco

Non è mai accaduto che una lista civica abbia vinto le elezioni comunali di Parma. No, non ricordo male: l’Elvio Ubaldi che citiamo sempre – e correttamente – come alfiere del civismo  Continue reading “La nuova storia di Parma di Alfieri”

Partito Decoubertiniano: l’importante è non vincere…?

partito_democratico_logo

Pensavo di dedicare al Pd l’ultima puntata del mio piccolo viaggio nelle elezioni di Parma 2017. Ma come non restare “ammirati” di fronte all’ennesima sequenza di una saga autolesionistica che tiene il cartellone da ormai 20 anni…? Ascoltate bene:  Continue reading “Partito Decoubertiniano: l’importante è non vincere…?”

M5s2012-BG+EP=Pizzarotti2017. Può rivincere?

pizzarotti-ricandidatura-gruppo

Quando a fine conferenza stampa al Wopa assessori e consiglieri lo raggiungono per la foto di gruppo, sembra quasi di rivedere la scena di 5 anni fa davanti al Municipio: quella del discorso del neo-sindaco che sognava di “cambiare il mondo”. Come sia cambiato davvero il mondo (di Parma), Continue reading “M5s2012-BG+EP=Pizzarotti2017. Può rivincere?”

Municipio 2017: bella sfida. E speriamo sfida bella

municipio-con-bandiere

Ormai ci siamo. Il sabato del villaggio politico ha regalato tre novità che segnano l’effettivo inizio della campagna elettorale: in ordine cronologico la presentazione di Luigi Alfieri, la ricandidatura di Federico Pizzarotti e l’accordo Dall’Olio-Scarpa per le primarie. A questo punto manca solo  Continue reading “Municipio 2017: bella sfida. E speriamo sfida bella”

Ragazzi, davvero pensate a lui come a un padre della patria?

mussolini_mezzobusto

Sta facendo discutere un volantino distribuito in questi giorni a Parma da parte del Blocco Studentesco, nel quale si cita Benito Mussolini come un padre della patria. Immediate le proteste dell’ANPI, l’associazione dei partigiani. Ed oggi è arrivata la replica degli studenti, di cui riporto il testo:  Continue reading “Ragazzi, davvero pensate a lui come a un padre della patria?”

La banale fortuna di un buongiorno a Parma 

Il sole, la nebbia, il freddo con la neve che non arriva…Sono le normali e banali constatazione di ogni mattina alzando la tapparella o incontrandoci per un Buongiorno Parma sul web. Ecco, in queste ore le cronache da un’altra parte d’Italia ci dicono quando siamo fortunati ogni giorno a poterci preoccupare solo di nebbia o di neve che non arriva. E troppo spesso non ce ne rendiamo conto.

Mettiamo subito quelle strisce

bertolucci-liceo-lutto-filippo

Il nero del buio e del silenzio del liceo Bertolucci dice già tutto, e ci chiede di non aggiungere parole al dolore di una tragedia troppo grande.

Ma se il dolore dei famigliari e degli amici ha il diritto di essere circondato dal silenzio, noi abbiamo il dovere di fare tutto il possibile perchè mai più si possano vivere tragedie simili. E al di là di quello che sarà accertato sulle cause dell’incidente, è balzato all’occhio di tutti coloro che hanno visto le immagini del luogo della tragedia che lì non può esistere una fermata del bus senza un attraversamento pedonale, in un rettilineo dove da sempre le auto corrono veloci.

Allora mettiamole subito quelle strisce: purtroppo non restituiranno Filippo, ma è la prima cosa da fare – anche nel ricordo di Filippo – per cercare di evitare altre tragedie.

Powered by WordPress.com.

Up ↑