municipio-albero-natale-2016

Mancano ancora tasselli importanti. Innanzitutto la ricandidatura del sindaco Pizzarotti (annuncio dopo il S.Ilario?), ma anche il suo “gemello diverso”: ovvero il candidato del M5s ortodosso. E’ vero che Grillo ha ora altro cui pensare (i problemi di Roma e la giravolta all’Europarlamento), ma non avere un candidato da opporre all’eretico “Capitan Pizza” 

sarebbe uno smacco per un partito che si propone al governo dell’Italia (ovviamente sarebbe uno smacco anche avere il candidato e vedere Pizzarotti “passare sul suo cadavere”, per utilizzare l’immagine anti-inceneritore dell’ultimo Grillo parmigiano…). Poi mancano il nome del centrodestra (unito?), il ruolo che proprio nel centrodestra vorrà giocare l’ex assessore Lavagetto con il suo “Parma merita di più”, e poi qualche altro eventuale nome di liste magari più piccole e con meno ambizioni.

Ma già adesso si sta profilando uno schieramento ampio e interessante: i 5 candidati alle primarie del centrosinistra (Scarpa, Dall’Olio, Costi, Samuele e Alimadhi), Luigi Alfieri con il suo “Parma non ha paura” e Casapound con Emanuele Bacchieri, sperando di non avere dimenticato nessuno per la ruggine delle vacanze…

Ilcielodiparma.it, come sempre, non avrà bandiere se non quella di Parma. Ecco perchè il primo articolo e il primo augurio del 2017 sono dedicati proprio ai candidati, tutti. Con un preventivo grazie perchè chi decide di dedicare tempo ed energie alla città merita già solo per questo ringraziamenti e rispetto. Ma anche con un augurio: che la loro gara sia un salto in alto, fatta di progetti (concreti) per migliorare Parma, e non – ad imitazione della triste politica nazionale – un denigrarsi a vicenda. Certo, ci sarà legittimo spazio anche per criticare le idee altrui, ma la speranza è che per diventare sindaco ci si affidi soprattutto alla bontà delle proprie. Sapendo che nessuno ha in tasca ricette valide al 100% e superiori in tutto a quelle degli altri. Vinca il migliore, vinca Parma: buon anno, candidati!