bus-210217

Capelli tutti imbiancati, aspetto distinto e passo non ancora incerto. Ma è inequivocabilmente un signore della terza età e quando sale sul bus, dopo avere timbrato il biglietto, il suo sguardo è evidentemente alla ricerca di un posto per sedersi. Ma nel piccolo e multietnico mondo del maxibus, parmigiani vecchi e nuovi sono spesso immersi in smartphone e cuffiette, ad iniziare dai giovani. Nessuno quindi si offre per cedere il posto…

Ma intanto l’uomo vede che si è liberato un seggiolino e avanza in quella direzione. Da un’altra entrata, in direzione opposta, sta però arrivando una signora. L’uomo è in vantaggio e vincerebbe facilmente la “volata”: ma quando vede la signora rallenta, si ferma, le lascia il posto e rimane in piedi.

Certo, per cambiare il mondo è nei giovani che dobbiamo sperare. Ma qualche volta può capitare che a dare lezione sia un anziano. Un signore.