gazzarock logo

Confesso che non sono moltissime le cose del mio lavoro di cui sento nostalgia. Ma una di queste mi ha colpito dolcemente “a tradimento” stamattina, navigando nel sito della Gazzetta e vedendo il sondaggio del premio Gazzarock per i Parmawards, che subito vi invito a vedere e votare

Gazzarock, e quel logo colorato e Hendrixiano, mi riportano ai giorni pionieristici della primavera 2008 in cui si varava il sito web della Gazzetta con Andrea Violi e Francesca Lombardi, che con le tecniche di allora aveva inventato questa icona. Come sempre, quando si inizia qualcosa, ci sono mille progetti e mille sogni, che poi magari non si realizzano o si concretizzano solo in parte.  Ma in quel Gazzarock vintage vedo ancora il filo di una delle cose più belle e contagiose dei miei anni da cronista parmigiano: poter dare spazio, già ai tempi di Tv Parma e della Vasca con Claudia Magnani e poi appunto sul web, a chi fa musica a Parma, a sua volta con sogni e progetti che chissà se si realizzeranno. Senza oggi dimenticare ovviamente Radio Parma (anche ieri sera a Stazione di Monaco).

Perchè poche cose sono belle e colorate come dei ragazzi che provano ad esprimersi e a stare insieme attraverso la musica: quindi lunga vita a Gazzarock e al suo arcobaleno, e a Parmawards e alle band parmigiane. E chissà che uno spazio per loro non possa nascere anche all’interno di un blog da pensionati..  🙂