Dove finisce la città, per un momento. Di fronte al luogo del silenzio eterno, in viale Villetta, continua ad affascinarmi quella piccola oasi di campagna rimasta inalterata (ricordo la “voce” di galli e galline fin da quando ero bambino) mentre la città si allungava alle sue spalle.  

E’ un piccolo mistero, che forse andrebbe raccontato insieme ai suoi protagonisti, custodi di un angolo di città in cui il tempo si è fermato.