Chi cammina per Parma non può non avere notato il costante aumento dei clochard stesi a terra o delle persone che chiedono elemosina. E’ un fenomeno ricorrente proprio nel mese natalizio e ridurlo a problema di degrado sarebbe ovviamente triste per noi prima ancora che per chi lo vive. Allo stesso tempo 

tanti chiedono se non si possono trovare soluzioni più civili e dignitose: per le persone e per le città. A Bologna, in questi giorni, sta facendo molto discutere la proposta di “Daspo” urbani, che si è accompagnata allo sfratto di dieci senzatetto in viale Masini, nella zona della stazione bolognese.

Va aggiunto che in molti casi le persone allontanate avevano in precedenza rifiutato soluzioni alternative, così come ad esempio è avvenuto per almeno uno dei clochard della nostra via Mazzini. Non è certo un tema semplice: seguire quello che sta accadendo a Bologna può essere importante anche per riflettere qui. Come già detto, e sempre partendo dal rispetto delle persone e della loro dignità, siamo convinti che proporsi come capitale della Cultura non possa non passare anche dal risolvere nel rispetto di tutti questi problemi.