Arianna-Rivara

Lo sguardo intenso e quel sorriso accennato. Arianna Rivara torna a guardarci oggi dalle pagine della Gazzetta, nell’annuncio dei familiari che la ricordano un anno dopo e annunciano una messa per lei sabato alle 11 a Sissa. Arianna è stata l’ennesima vittima parmigiana di femminicidio, anche se poi altri diversi fatti hanno ancora insanguinato la nostra città. 

L’ennesima di una serie lunghissima. L’ultima, speriamo, anche se questo intero anno senza femminicidi non può illuderci: troppi sono gli altri episodi di violenze, soprusi, molestie, discriminazioni…

C’è una strada lunghissima da percorrere, e il tanto che a Parma si è mosso (sempre sulla scia di chi in frontiera è da decenni, come il Centro Antiviolenza) è ancora poco. Ma quello sguardo e quel sorriso (che su facebook si abbinavano proprio al NO alla violenza sulle donne) un anno dopo ci chiedono di fare qualcosa, tutti e tutte, perchè davvero Arianna sia l’ultima.