Search

ilcielodiparma

Un blog parmigiano senza pretese e senza bandiere

Month

marzo 2018

“Decadenza Parma”, Capitale Parma: se le parole di Barilla diventassero un convegno…

IMG_5740

Non capita tutti i giorni che l’imprenditore a capo dell’azienda più famosa di Parma analizzi la situazione della città.  E che ne esca un quadro (“”Cammino per le strade di Parma e provo dolore. E’ una città in decadenza”) non certo confortante e allo stesso tempo in antitesi con il clima di festa che solo poche settimane fa aveva salutato la designazione a Capitale della Cultura 2020. Allora  Continue reading ““Decadenza Parma”, Capitale Parma: se le parole di Barilla diventassero un convegno…”

“Occupiamo l’Università”. E 50 anni fa anche a Parma accadde un Sessantotto: i ricordi di Roberto Taverna

sessantotto parma corteo foto CSM

Valle Giulia era già passata da quasi un mese, con gli scontri all’Università di Roma e la celebre poesia di Pasolini (“Quando ieri a Valle Giulia avete fatto a botte / coi poliziotti,  /
io simpatizzavo coi poliziotti”); il Maggio francese era ancora lontano e ancor più lo era l’evento che avrebbe caratterizzato nel modo più clamoroso il Sessantotto di Parma: l’occupazione della Cattedrale che avvenne in settembre.  Esattamente 50 anni fa, tra il 24 ed il 25 marzo, scattò invece il “Marzo parmigiano”, con la decisione e poi l’attuazione della prima occupazione dell’Università, istituzione al centro della protesta dei giovani che avrebbe contagiato mezzo mondo e sarebbe passata alla storia come “Il Sessantotto”. A mezzo secolo di distanza, abbiamo contattato uno dei protagonisti di quei giorni: Roberto Taverna, che allora venne indicato come il leader del Movimento parmigiano e che da anni vive lontano da Parma. Ecco il testo della nostra “chiacchierata” a distanza: un’intervista realizzata via mail e che credo contenga tanti spunti interessanti per ricostruire il clima di quei giorni. E, se posso aggiungerlo, credo che contenga soprattutto nelle parole finali una passione ed un senso di aspirazione che, comunque la si pensi su quell’epoca, dovrebbe forse contagiare tanti giovani e tanti adulti del terzo millennio:  Continue reading ““Occupiamo l’Università”. E 50 anni fa anche a Parma accadde un Sessantotto: i ricordi di Roberto Taverna”

Il Guareschi di Guido Conti: una vita da romanzo. E Parma cosa fa per il 50°…?

Cattura

C’è il Guido Conti più noto: lo scrittore di romanzi e racconti collocato stabilmente fra i protagonisti della letteratura italiana a cavallo del Duemila. Poi c’è un Guido Conti che, memore anche della lezione di Tondelli, ha diffuso cultura con la sua attività di direttore della Mup e con la rivista Palazzo Sanvitale.

Ma c’è anche un Guido Conti bravissimo a raccontare le vite degli altri. Lo avevo conosciuto in questa veste tre anni fa, quando si era cimentato con la sfida di descrivere un mondo a lui quasi sconosciuto (quello del calcio) e un personaggio che in quel mondo era immerso: Arrigo Sacchi. E qui Guido  Continue reading “Il Guareschi di Guido Conti: una vita da romanzo. E Parma cosa fa per il 50°…?”

Nel segreto della cabina elettorale Facebook ti vede?

Oggi sul web “scopriamo” che Facebook gestisce i nostri segreti e ne può fare cattivo uso?

“Segreti”? Ma se siamo noi a mettere in Piazza social ogni giorno le nostre idee e le cose che ci piacciono o ci servono (a proposito, interessa a qualcuno una casa in quel luogo per me magico che è borgo Marodolo…?).  O davvero, come scrive oggi Gramellini sul Corriere della sera, la terminologia di Facebook ci aveva fatto pensare a Zuckerberg come a un caro “amico”?  Continue reading “Nel segreto della cabina elettorale Facebook ti vede?”

Il capitale della Cultura

Non proverò a dire che se non ci fosse occorrerebbe inventarlo, perchè di inventarlo così non saremmo capaci…  Una cultura grande quanto la sua modestia, un rigore pari alla gentilezza… Giuseppe Pino Marchetti è un capitale della Cultura, per la nostra città.  Continue reading “Il capitale della Cultura”

Scarpa&Pd: niente di meglio che litigare…?

scarpa-manifesto-ridotto

Il dopo-elezioni parmigiano è iniziato con una litigata di basso profilo, tra il leader leghista Fabio Rainieri ed il sindaco Federico Pizzarotti, con tutte le premesse di un pessimo rapporto fra Comune e Parlamento nella imminente legislatura. E a questo punto ci si attendeva un intervento compatto del centrosinistra per rimarcare l’inopportunità di una simile polemica e richiamare tutti al senso delle istituzioni, tanto più mentre altre province vicine  si apprestano a  spedire a Roma squadre più ricche e variegate di parlamentari. Ma… Continue reading “Scarpa&Pd: niente di meglio che litigare…?”

Hanno smacchiato il Ducato

Cattura

Tg Parma: Il voto nel Parmense: la Lega si prende montagna e Bassa ovest

(g.b.) – Oggi il volto della sconfitta è inevitabilmente quello di Renzi, ma l’ultimo capitolo della storia è iniziato a Parma nel 2012. E lì, a comiziare sotto i Portici del Grano a pochi metri dal Municipio che si pensava ormai riconquistato, c’era Pier Luigi Bersani, che un anno dopo si sarebbe dedicato con lo stesso insuccesso a “smacchiare il giaguaro” Berlusconi…  Continue reading “Hanno smacchiato il Ducato”

Ma allora Parma ha paura? Il ruolo della sicurezza in due voti opposti in 9 mesi

parma non ha paura

“Abbiamo parlato di sicurezza, criminalità diffusa micro e non, degrado, immigrazione non controllata”.  Non ha dubbi, la neo deputata Laura Cavandoli (a proposito, complimenti e buon lavoro!) nell’individuare le cause della sua vittoria. E del resto,se si guarda al trionfo di Salvini e alle sue parole d’ordine, Continue reading “Ma allora Parma ha paura? Il ruolo della sicurezza in due voti opposti in 9 mesi”

La greve coalizione?

elezioni

I vaffanculo e le ruspe. Per chi gira un po’ sui social e anche per le strade, il risultato di queste elezioni non dovrebbe essere una sorpresa.  Continue reading “La greve coalizione?”

Powered by WordPress.com.

Up ↑