Search

ilcielodiparma

Un blog parmigiano senza pretese e senza bandiere

Month

Agosto 2018

I migliori ristoranti di Parma: 2) Gli stellati

Cattura.JPG

Due sono i ristoranti  di fascia alta a Parma città, stellati e in generale molto quotati nei giudizi dei critici e nelle varie guide ma inevitabilmente anche con prezzi più elevati della media.

E’ ormai nella storia della ristorazione parmigiana Parizzi, nella centralissima via Repubblica. Sulla scia dei nonni Pietro e Luigina, e poi dei loro figli Ugo e Luciana, oggi il riferimento è lo chef Marco Parizzi, volto noto anche a livello nazionale per la partecipazione televisiva a “La prova del cuoco” su Raiuno.

Molto più recente la storia di Inkiostro, che è in via San Leonardo e quindi a un minuto dall’uscita del casello A1.

PER SAPERNE DI PIU’/PER PRENOTARE:

Parizzi: Gazzetta di Parma – Michelin – TripadvisorSitoFacebookGoogle e Telefono

InkiostroGazzetta di ParmaMichelin –  Tripadvisor – Sito – FacebookGoogle e Telefono

Se amate la cucina stellata (nella guida Michelin, ma con riconoscimenti anche nelle altre guide principali), gli indirizzi sono due e portano entrambi nella Bassa ovest della provincia di Parma, dove potreste unire il piacere gastronomico ad un itinerario nei vicini luoghi verdiani.  Si tratta dell’Antica Corte Pallavicina di Polesine ( Massimo e Luciano Spigaroli sono anche produttori di uno speciale culatello che finisce perfino sulle tavole del principe Carlo) e della Stella d’oro di Soragna.

PER SAPERNE DI PIU’/PER PRENOTARE:

Antica Corte Pallavicina: Gazzetta di ParmaMichelinTripadvisor SitoFacebookGoogle e Telefono

Stella d’oro: Gazzetta di ParmaMichelinTripadvisorSitoFacebookGoogle e Telefono

(La foto che vedete è sul sito del ristorante Inkiostro)

I migliori ristoranti di Parma: torna alla home

I migliori ristoranti di Parma: 1) Cucina parmigiana tradizionale

Cattura

Se volete mangiare “parmigiano”, l’indirizzo più classico e sicuro è Cocchi, in viale Gramsci  (la via Emilia Ovest nel tratto di città) a fianco dell’Ospedale Maggiore, angolo via Abbeveratoia: tortelli d’erbetta, anolini in brodo, carrello dei bolliti, salumi da accompagnare magari con la tentatrice “torta fritta”… C’è anche il savarin di riso, il piatto che per decenni fece la storia e il “mito” del ristorante Cantarelli a Samboseto (che oggi non esiste più).

Altrettanto sicuro, ma appena fuori città, è il ristorante I due platani. E’ in una frazione incollata a Parma (Coloreto) e ai piatti della tradizione parmigiana abbina alcune proposte più ricercate, eredità del lavoro svolto presso l’Ambasciata di Quistello. Con una citazione a parte per il richiestissimo zabaione.

PER SAPERNE DI PIU’/PER PRENOTARE:

Cocchi: Gazzetta di Parma – Michelin – TripadvisorSitoFacebookGoogle e Telefono

I due PlataniGazzetta di ParmaMichelin – Tripadvisor – Reportergourmet – FacebookGoogle e Telefono

Se questi sono probabilmente i due indirizzi migliori, c’è comunque una schiera di piccoli ristoranti e trattorie in città o appena fuori che garantiscono un incontro soddisfacente con la cucina parmigiana più tradizionale

(La foto è un particolare tratto dal sito del ristorante Cocchi)

I migliori ristoranti di Parma: torna alla home

Il nostro social-ciapanò quotidiano

facebook-2661207_960_720

Non era ancora arrivata, ieri a metà pomeriggio, la sentenza sul Parma calcio. Ma su facebook qualcuno che sentenziava c’era già: “Ma quell’avvocato è del Parma o lavora per Zamparini?” scriveva un “tifoso”. Probabilmente di quelli che settimane fa contestavano la strategia della società (“Deve cominciare a querelare e non starsene zitta!”), probabilmente uno di quelli che in primavera “se non cacciano D’Aversa non andremo neppure ai playoff”…  Continue reading “Il nostro social-ciapanò quotidiano”

Powered by WordPress.com.

Up ↑