Cattura

Sono trascorsi 20 anni da quella fine di marzo 1999: “con il Decreto della Congregazione per le Cause dei Santi, proclamato alla presenza del Papa nella Sala del Concistoro il giorno 26 marzo 1999, la Chiesa ha riconosciuto l’eroicità delle virtù che Padre Lino Maupas da Parma ha praticato in sommo grado durante la sua vita trascorsa nel segno della Carità e lo ha proposto quale modello di virtù cristiane alla venerazione dei fedeli.”

Il racconto è tratto dal sito http://www.padrelino.it , che vi invitiamo a consultare per scorrere la vita e le azioni di questo formidabile frate francescano: forse il più bel personaggio dell’intera storia di Parma. 20 anni (e due papi) dopo, Padre Lino è ancora in attesa, in quel percorso verso la santificazione che ha visto altri bruciare le tappe. Poco male, specie per chi non dà troppo peso alla forma delle decisioni della gerarchia cattolica: quel che è certo è che Padre Lino è “santo” da tempo, nella memoria e nel cuore di tanti parmigiani.

Ed è una splendida pagina parmigiana da conoscere e diffondere: oggi che si parla tanto di città che cambiano la loro identità per le tante presenze multietniche, non conosco un esempio di Parmigianità più bello e più limpido di questo frate “extracomunitario”, che nacque a Spalato e illuminò Parma con un esempio che risplende ancora.