Il film l’avevo già visto e l’ultima splendida domenica di settembre a tutto invitava tranne che alla proiezione di un film al chiuso. Ma mi incuriosiva molto la proposta bertolucciana del cineclub degli amici Mariagrazia e Armando Caroli, e ancor più mi intrigava l’idea di una lettura di “Ultimo tango a Parigi” fatta non da un critico cinematografico ma da una psicanalista.

Pagine: 1 2