In questa foto e in questi sorrisi di due anni fa c’è tantissimo che oggi rimbomba nel cuore. C’era la risata di tutti e tre perchè avevamo appena rievocato quando il Direttore Mendogni piombò nello studio di Radio Parma e sorprese i suoi due redattori mentre (dopo avere consegnato i testi del GR da leggere poco dopo) si erano uniti a Graziella Pelosi (e Betty?) per accompagnare, con i microfoni aperti e quindi andando in onda, i cori di “Maledetta primavera”…


Ma c’era anche la nostra gratitudine per chi ci aveva insegnato, come nostro primo direttore a Radio-Tv Parma, le regole della cronaca e la disciplina (cori radiofonici a parte…) del lavoro in una redazione.
E soprattutto, così mi sembra riguardando la foto, c’era anche la sua allegria e contentezza sincera nel vedersi coinvolto in quel selfie sulla strada (lui che semmai era abituato a descrivere con grande sapienza il “selfie” del Parmigianino), da quei due redattori un po’ scapestrati ma che sapeva affezionati e riconoscenti. Come lo siamo oggi e per sempre. Ciao, Direttore. Ciao Pippo.