Novembre 2012 – Arriva la spending review in Comune. E parte il porta a porta per i rifiuti.

A Parma Favia e Defranceschi. Una serata di novembre che si potrebbe definire “istituzionale”, visto che i due consiglieri regionali cinquestelle portano ai cittadini la loro relazione semestrale sui lavori della Regione. Ma l’ampio consenso con cui i militanti parmigiani approvano il lavoro presentato dal ribelle Favia, già entrato in rotta di collisione con Grillo, è probabilmente destinato ad alimentare sospetti fra Bologna, Genova e Milano nei vertici del M5s in direzione Parma.

Ma per ora le grane di Pizzarotti sono ancora tutte parmigiane, legate ai primi scogli dell’amministrazione. Ad esempio il malumore dei dipendenti comunali per i tagli ai premi di risultato e alle produttività: una “spending review” che il sindaco, nell’incontro al cinema Astra, giustifica con la situazione e i vincoli del bilancio, ma che per i lavoratori municipali non sembra facile da digerire.

E, soprattutto, la nuova giunta sta per varare uno dei punti forti del suo programma: parte infatti concretamente la raccolta differenziata porta a porta nel centro storico (nella foto del Comune l’assessore Gabriele Folli). Riguarderà 7mila utenze e prevede la rimozione dei cassonetti: una vera rivoluzione, che fornirà tanto materiale di discussione e polemiche negli anni futuri, con le visioni contrapposte di maggioranza e opposizione.

Altro fronte difficile: i commercianti.  Che tra firme e manifestazione sotto i Portici del Comune incalzano il neo sindaco chiedendogli di fermare blocchi e varchi elettronici, a causa dei quali “i parmigiani non vengono più in centro a comprare”.

Almeno su un fronte, però, i parmigiani possono stare tranquilli: nella nuova provincia vasta, il nome di Parma verrà prima di quello di Piacenza…

Flash

12 – Inaugurata ufficialmente in viale Piacenza la nuova sede dell’Efsa, l’Authority europea della sicurezza alimentare

13 – Polizia municipale senza comandante: Alessandro Cimino, che aveva vinto il concorso, nel giudizio del Comune non supera il periodo di prova dei primi 6 mesi

15 – Un parco giochi per rivitalizzare Piazza della Pace. Dura poco l’idea del Comune, perchè il soprintendente Serchia la bolla subito come “davvero improbabile”.

…………………………………………….

Leggi ancheIlcielodiparma con le puntate precedenti – I migliori ristoranti di Parma

Le 10 cose da non perdere a Parma – Il caso Guareschi – Parmateca

La storia completa dei 12 mesi che hanno portato alla prima clamorosa elezione di Federico Pizzarotti è nel mio libro “Il ducato 5 stelle”: lo trovate ancora alla libreria Mondadori in Ghiaia o tramite la casa editrice Fedelo’s

…………………………………………………

P.S. – Nel nostro racconto incontreremo vicende giudiziarie in ordine cronologico: ovviamente, per ogni singolo caso il racconto può essere parziale e dovrà poi essere aggiornato nel tempo con i successivi sviluppi o gradi di giudizio. Per ogni eventuale imprecisione, ovviamente resto comunque a disposizione per le segnalazioni dei lettori. (g.b.)