Luglio 2013 – Le lacrime per Michelle. E quelle per Marco

E’ soprattutto il luglio dell’orribile morte di Michelle. Aveva solo 20 anni, Michelle Campos Verde: una giovane donna peruviana dal bel sorriso, la cui vita finisce a martellate, per mano del suo fidanzato Alberto Munos, in via Rondizzoni.

Ma quel luglio maledetto

si porta via anche un collega ed amico carissimo. Marco Federici sta viaggiando in scooter verso la Gazzetta, sulla via di Langhirano, dopo avere lasciato in collina la moglie Chiara Cacciani (la collega che ogni giorno mi siede di fianco nella redazione web della Gazzetta) e la piccola splendida Anna di due anni. A Corcagnano, l’impatto con un’auto e la caduta senza scampo: sulla Gazzetta, su tutti noi, scende il gelo.

Di nuovo l’inceneritore. Neppure il tempo di registrare la partenza dell’impianto ed ecco un nuovo stop dopo soli 5 giorni. Nel braccio di ferro infinito, infatti, il Comune ha deciso di contestarne l’agibilità e di conseguenza la Provincia – prendendo atto della decisione del Municipio – ha ordinato a Iren lo stop. Inevitabile il ricorso al Tar, e ormai anche GCR sa che “l’apertura è solo rinviata”: il fronte ambientalista, infatti, è già proiettato sul futuro e annuncia che “vigileremo sulle emissioni”.

Indagato per peculato il capo dei vigili. Indagine aperta su Patrizia Verrusio per i passaggi con l’auto civetta dalla stazione ferroviaria al comando della Polizia municipale: l’inchiesta fa seguito alle fotografie diffuse dal Pci di Parma e al successivo esposto del Movimento nuovi consumatori con anche una interrogazione Pdl in Regione.

Ed è un luglio caldo anche sul fronte università-politica, dopo che il rettore Borghi dichiara di avere consigliato personalmente al sindaco Pizzarotti il nuovo assessore al bilancio Marco Ferretti, che sostituisce Gino Capelli. Ed anzi Borghi aggiunge che questo è il primo frutto della nuova collaborazione fra Ateneo e Comune. Seguono polemiche che contrappongono in particolare Borghi al Pd, che parla di “invasione di campo”. Ma soprattutto, si cerca di capire la vera motivazione (al di là degli ufficiali “impegni di lavoro”) che avrebbero spinto alle dimissioni Capelli, da subito uomo forte nella giunta Pizzarotti al punto da essere definito da molti sindaco ombra.

………………………………

Flash

4 – Nuovo direttore generale per Banca Monte Parma: Bruno Bossina succede a Carlo Berselli, che dal luglio 2011 aveva guidato la riorganizzazione legata all’ingresso dell’istituto parmigiano nel Gruppo Intesa Sanpaolo.

4 – Giovedì 4 è però soprattutto il giorno di “Fantantonio”. Sbarca a Parma Antonio Cassano, acquisto di lusso del Parma di Ghirardi, talento e sregolatezza del nostro calcio: ad applaudirlo al Tardini sono in tremila.

7 – La Notte dei saldi si trasforma improvvisamente in un momento di follìa in Piazza Garibaldi. Prima quella di un 23enne che in scooter a velocità elevata piomba in Piazza tra la folla arrivando da via Repubblica e dopo avere sfiorfato diverse persone centra una coppia di giovani e quindi un anziano. E poi la reazione della folla, con un diverbio fra l’investitore ed alcuni passanti che degenera in una rissa con rischio linciaggio prima che la Polizia Municipale intervenga a riportare, con fatica, la situazione alla calma.

…………………………………………….

Leggi ancheIlcielodiparma con le puntate precedenti – I migliori ristoranti di Parma

Le 10 cose da non perdere a Parma – Il caso Guareschi – Parmateca

La storia completa dei 12 mesi che hanno portato alla prima clamorosa elezione di Federico Pizzarotti è nel mio libro “Il ducato 5 stelle”: lo trovate ancora alla libreria Mondadori in Ghiaia o tramite la casa editrice Fedelo’s

…………………………………………………

P.S. – Nel nostro racconto incontreremo vicende giudiziarie in ordine cronologico: ovviamente, per ogni singolo caso il racconto può essere parziale e dovrà poi essere aggiornato nel tempo con i successivi sviluppi o gradi di giudizio. Per ogni eventuale imprecisione, ovviamente resto comunque a disposizione per le segnalazioni dei lettori. (g.b.)