Giro la chiave nel silenzio e nel semibuio, dopo avere attraversato il corridoio vuoto delle locandine appese a ricordare i seminari e i convegni dei mesi e degli anni scorsi. Chiuse le porte degli studi, entro il tempo di prelevare alcuni documenti e l’occhio mi cade sul calendario appeso alla parete: FEBBRAIO 2020.

E’ come se solo adesso mi rendessi conto.

Continue reading “Naufraghi. Ma vivi…”