Search

ilcielodiparma

Un blog parmigiano senza pretese e senza bandiere

Category

Parmabella

Il Guareschi di Guido Conti: una vita da romanzo. E Parma cosa fa per il 50°…?

Cattura

C’è il Guido Conti più noto: lo scrittore di romanzi e racconti collocato stabilmente fra i protagonisti della letteratura italiana a cavallo del Duemila. Poi c’è un Guido Conti che, memore anche della lezione di Tondelli, ha diffuso cultura con la sua attività di direttore della Mup e con la rivista Palazzo Sanvitale.

Ma c’è anche un Guido Conti bravissimo a raccontare le vite degli altri. Lo avevo conosciuto in questa veste tre anni fa, quando si era cimentato con la sfida di descrivere un mondo a lui quasi sconosciuto (quello del calcio) e un personaggio che in quel mondo era immerso: Arrigo Sacchi. E qui Guido  Continue reading “Il Guareschi di Guido Conti: una vita da romanzo. E Parma cosa fa per il 50°…?”

I Boys lanciano il loro “derby” più bello: raccolta fondi per Lentigione

Cattura

(g.b.) – Per una volta, le opinioni prima dei fatti: la notizia la trovate qui sotto. Ma oggi è giusto farla precedere da un applauso, perchè questa volta i Boys che passano il confine con la “nemica” provincia reggiana non lo fanno per rivalità calcistica ma per solidarietà. E questa volta (lo dice uno che poche settimane fa non aveva mancato di criticare un loro striscione) quella della Curva Nord è una iniziativa da prima pagina: una iniziativa da veri sportivi e da veri parmigiani. Ecco il testo del comunicato pubblicato dai Boys Parma 1977 sul loro sito:  Continue reading “I Boys lanciano il loro “derby” più bello: raccolta fondi per Lentigione”

Benedetto Antelami, il primo gigante della nostra Arte

Cattura

La Deposizione nella Cattedrale, il Battistero, le opere di Fidenza e Cremona… E’ un vero gigante del Medioevo, quel Benedictus Antelami che firma la scultura del 1178 nel nostro Duomo e intorno a cui si avvolge una attività che ha segnato tre Cattedrali (e forse anche altre opere a Vercelli a Milano) e che soprattutto alla nostra città ha lasciato un’eredità di enorme valore.  Continue reading “Benedetto Antelami, il primo gigante della nostra Arte”

La storia più bella raccontata dalla penna più fine: un viaggio sulla strada di Padre Lino con le parole di Giorgio Torelli

IMG_2098

Quel viso ad angoli, quel “bazlòn” (il mento prolungato), quei sandali che sembrano non voler mai toccar terra nel loro correre per la città. Già solo a vederlo in monumento, alla Villetta circondato anche in questi giorni dai fiori o in piazzale Inzani  nel suo Oltretorrente, Padre Lino vive.   Continue reading “La storia più bella raccontata dalla penna più fine: un viaggio sulla strada di Padre Lino con le parole di Giorgio Torelli”

Veronica, fra Luna, arcobaleni e poesia

veronica biancardi

Mi ha colpito vedere che nei giorni scorsi sarebbe stato il suo 48° compleanno (27 ottobre). E che era nata poche settimane dopo la Luna, e quel primo piccolo passo di uomo ma grande passo per l’Umanità. Lei che per sempre la vita ha fermato a questo splendido sorriso da 13enne  che neppure la malattia inarrestabile aveva saputo cancellare. Continue reading “Veronica, fra Luna, arcobaleni e poesia”

Sembra incredibile che quel “prato” secco possa essere stato un mostro di acqua e fango

IMG_0724

Vedi le pietre e l’erba secca. Non una goccia d’acqua, lì dove l’acqua si accumulò e si gonfiò mostruosamente: tanto da sferzare il ponte dei Carrettieri e farlo quasi tremare, dopo avere già spazzato via quello della Navetta; tanto da sollevare come fuscello un container sbattuto poi contro le ringhiere; tanto da forzare, alla fine, l’uscita verso piazzale Fiume: e da lì la discesa verso l’edicola, verso Villa Parma, verso viale Villetta e addirittura verso barriera Bixio, così come dall’altra parte l’acqua si scatenava verso le Piccole Figlie, il Lauro Grossi e il Montanara tutto. A iniziare da quella centrale Telecom che avrebbe poi bloccato – quasi incredibilmente negli anni 2000 – una intera regione per ore e ore senza telefonia per un impianto a due passi da un piccolo argine.  Continue reading “Sembra incredibile che quel “prato” secco possa essere stato un mostro di acqua e fango”

Ferraguti e la “pila” di foto che racconta un pezzo di storia di Parma

C’è Papa Wojtyla e c’è il Màt Sicuri, che nel bianconero circondato dai piccioni sembra dipinto. Ci sono le Miss e c’è Madre Teresa. C’è la cena dei becchini dove lo mandò il sindaco Grossi: e in quel gruppo dedito ad un lavoro così particolare c’è una immagine di parmigianità seria e sorridente allo stesso tempo che, anche per il fascino del bianconero, non si può non rimpiangere.  Continue reading “Ferraguti e la “pila” di foto che racconta un pezzo di storia di Parma”

Panini e sorrisi: ciao Gino, bella immagine di Parma

gino ferrari pepen

Nella foto (che prendo a prestito dal bel Pramzanblog che aveva creato Achille Mezzadri) mancano i panini. Ma c’è l’altro ingrediente: il sorriso. Il sorriso che ora si è spento di Gino Ferrari: Gino di Pepén.  Continue reading “Panini e sorrisi: ciao Gino, bella immagine di Parma”

I colori di Tommy

Chissà se si sarebbe unito alla partitella a calcio o se avrebbe preferito il baseball come il fratello Seba che è arrivato fino a uno scudetto. Ma è bello che il tredicesimo non-compleanno di Tommy Continue reading “I colori di Tommy”

Powered by WordPress.com.

Up ↑