Search

ilcielodiparma

Un blog parmigiano senza pretese e senza bandiere

Category

ParmaStoria

Effetto P. – 2012/2021: cronache di un decennio parmigiano/7

Aprile 2013 – Inceneritore: fumata “bianca” – Fumata bianca, giornata nera per la battaglia più lunga, appassionata e controversa degli ultimi anni: quella su cui si è giocata anche una buona fetta dell’esito delle elezioni comunali del maggio 2012. La mattina di lunedì 29 aprile

Continue reading “Effetto P. – 2012/2021: cronache di un decennio parmigiano/7”

Effetto P. – 2012/2021: cronache di un decennio parmigiano/6

Marzo 2013 – La “decrescita felice”

Parma ha una nuova serra. Nel luogo più inatteso: in Municipio nella stanza del sindaco. Una piccolissima serra su un tavolo che ospita una dozzina di vasetti: e “quando nasceranno le piantine le porterò a casa mia” spiega il sindaco Pizzarotti aggiungendo che l’installazione vuole anche simboleggiare la “decrescita felice” che

Continue reading “Effetto P. – 2012/2021: cronache di un decennio parmigiano/6”

Effetto P. – 2012/2021: cronache di un decennio parmigiano/5

Febbraio 2013 – Via Burla: evasione da film e Piazza Giuseppe…Grillo. E gli scec

Il fatto del mese è una scena da film: il fotogramma dei due detenuti albanesi che segando le sbarre e calandosi con le lenzuola (e con l’aiuto di manici di scopa, appunto come nei film) mettono a segno una clamorosa evasione dal carcere di via Burla. Insieme alla caccia ai due, un omicida e un rapinatore, scattano inevitabilmente anche inchieste e polemiche, essendo Parma un carcere che ospita anche nomi “illustri” della mafia e della criminalità.

Piazza Giuseppe…Grillo.

Continue reading “Effetto P. – 2012/2021: cronache di un decennio parmigiano/5”

Effetto P. – 2012/2021: cronache di un decennio parmigiano/4

Gennaio 2013 – Il brutto (politica in manette) e il bello (Ospedale del Bambino)

Riccardo Dallaturca: quello del primo nato del 2013 è un nome parmigianissimo, nel capodanno multietnico che va in scena in Piazza, fra risparmio e voglia di brindare. E’ al maschile anche la chiusura del 2012, con la nascita di Emanuele Francesco Serio: un cognome che sembra fotografare una stagione di crisi che l’anno nuovo, secondo le previsioni comuni, ancora non porterà via.

Ed è subito inceneritore.

Continue reading “Effetto P. – 2012/2021: cronache di un decennio parmigiano/4”

Effetto P. – 2012/2021: cronache di un decennio parmigiano/3

Dicembre 2012 – Quel Natale di…polistirolo

Due spine nel fianco sembrano caratterizzare la giunta nel periodo pre-natalizio. Dapprima c’è il rinvio, da parte dell’assessore Capelli, delle tre sedute previste entro fine anno per l’approvazione del bilancio. A quanto pare, il problema sono “i conti delle Partecipate: non sono ancora pronti”. E poi, fa discutere la decisione del presidente del Consiglio comunale Vagnozzi di non accettare il dibattito, proposto da Ettore Manno, sulle epurazioni del Movimento 5 Stelle (Favia e Sassi): “Non è un tema che riguarda Parma” è la motivazione. Ma nei mesi e negli anni a seguire capiterà invece molto spesso che le vicende legate al M5s

Continue reading “Effetto P. – 2012/2021: cronache di un decennio parmigiano/3”

Padre Lino: 20 anni fa “Venerabile”, per i parmigiani un santo in città

Cattura

Sono trascorsi 20 anni da quella fine di marzo 1999: “con il Decreto della Congregazione per le Cause dei Santi, proclamato alla presenza del Papa nella Sala del Concistoro il giorno 26 marzo 1999, la Chiesa ha riconosciuto l’eroicità delle virtù che Padre Lino Maupas da Parma ha praticato in sommo grado durante la sua vita trascorsa nel segno della Carità e lo ha proposto quale modello di virtù cristiane alla venerazione dei fedeli.” Continue reading “Padre Lino: 20 anni fa “Venerabile”, per i parmigiani un santo in città”

Il “Màt” Sicuri e il Museo della Memoria di Parma

Lui cercava l’uomo e la libertà. Ed era quindi inevitabile che fosse a sua volta cercato (“era quasi un’ossessione”) da un cronista dell’anima come Tiziano Marcheselli: il “Màt” Sicuri per lui meritava rispetto e dialogo. Ne sono nati Continue reading “Il “Màt” Sicuri e il Museo della Memoria di Parma”

L’arcobaleno più bello dello sport di Parma

Certo: sappiamo tutti che oggi è il giorno di Cristiano Ronaldo e della sfida che torna al Tardini fra il Parma e la fortissima Juventus. E chissà che anche stavolta la data di oggi non entri nella storia e nell’olimpo delle imprese del calcio. Ma prima, questo 1 settembre è la festa e il ricordo dell’arcobaleno più bello dello sport di Parma: il mondiale di ciclismo conquistato nel 1968 da Vittorio Adorni.  Continue reading “L’arcobaleno più bello dello sport di Parma”

Salvarani: una storia a due facce, che ha ancora tanto da insegnare

fb

E’ una storia di parte, come l’autore onestamente dichiara. Di parte e di affetti, perchè è un figlio che racconta del padre e della sua singolarissima parabola industriale. Ma è soprattutto un libro importante, che Giovanni Salvarani ha fatto benissimo a scrivere e che ha tanto da insegnare a chi non ha vissuto o non conosce quella storia.  Continue reading “Salvarani: una storia a due facce, che ha ancora tanto da insegnare”

Powered by WordPress.com.

Up ↑