Search

ilcielodiparma

Un blog parmigiano senza pretese e senza bandiere

Category

Ristoranti

I migliori ristoranti di Parma: 6) In provincia

Cattura

Dei due ristoranti stellati abbiamo già detto nell’apposita sezione.   Alle spalle di questi, per qualità, si possono indicare un ristorante in collina  (Locanda Mariella a Fragno di Calestano, con una delle più fornite carte di vini) e due nella Bassa ovest: Hostaria da Ivan a Fontanelle e ristorante Al Cavallino bianco a Polesine. Cui aggiungeremmo il Castello di Varano Melegari, che oltre a sposarsi col maniero a fianco del locale è immerso in un paese che fa parte della Motor valley emiliana, grazie all’autodromo Paletti e soprattutto alla azienda Dallara.

Ovviamente ci sono tanti altri luoghi in cui si può mangiare con soddisfazione e a volte con ottimo rapporto qualità/prezzo e nei quali si può abbinare al cibo la visita di splendidi luoghi turistici e monumenti. Una volta scelto l’itinerario artistico, per l’abbinamento gastronomico vi consigliamo di ricorrere all’efficace motore di ricerca della sezione ristoranti della Gazzetta di Parma.

(La foto è tratta dalla pagina facebook di Locanda Mariella)

I migliori ristoranti di Parma: 5) Molto più di un panino…

Cattura

Potrà sembrare curioso che per anni il miglior “ristorante” di Parma, nel giudizio di Tripadvisor, sia in realtà una stretta paninoteca nella quale si mangia soprattutto in piedi. Eppure è così, e al di là della confusione di generi che spesso si trova navigando nelle classifiche cittadine di Tripadvisor, a Parma ha anche un senso: perchè se è vero che la ristorazione vera e propria ha i suoi capisaldi, è altrettanto vero che per chi si muove in centro c’è anche la possibilità di un mangiare veloce che del “fast food” non ha però i difetti. Nè dal punto di vista del contenuto nè tanto meno dell’atmosfera, tanto che – se proprio vogliamo abusare delle definizioni anglofile – si potrebbe parlare di “smile food”, perchè da quei posti si esce solitamente con il sorriso. Anche perchè a far sorridere sono anche alcuni dei nomi in menù: carciofa (inimitabile marchio di fabbrica di Pepèn), panino spaccaballe, millino, principe con culatello o prosciutto…

Gli indirizzi? Innanzitutto Pepén , che trovate appunto al n.1 di Tripadvisor ed è a due passi dalla centralissima Piazza Garibaldi.  E ugualmente vicini alla Piazza sono la Clinica del Panino di Walter e l’ Enoteca Fontana .  Pochi metri ancora per arrivare ad un altro caratteristico locale: Frank Focaccia . Senza dimenticare lo storico Da Filippo.

Ovviamente accanto alle paninoteche ci sono in centro anche alcune pizzerie.  Nella circonferenza del centro cittadino possiamo citare almeno  Orfeo , Duchessa (in piena Piazza Garibaldi), Corsaro  e Don Alfonso (a pochi metri dal parcheggio del Barilla Center).

(La foto è tratta dalla pagina facebook di Pepèn)

I migliori ristoranti di Parma: 4) Le trattorie del centro. La torta fritta

torta-fritta.jpg

Se all’inizio vi abbiamo indicato i due principali indirizzi del mangiar bene con i piatti della tradizione (Cocchi e Due platani), c’è comunque per chi viene in visita a Parma la possibilità di conoscere la cucina parmigiana in trattorie o ristoranti più semplici, a prezzi più contenuti e con un rapporto con la qualità accettabile.

Ovviamente il discorso è interessante soprattutto per i locali del centro cittadino, che sono quindi a pochi passi dai più frequentati itinerari turistici di chi viene a Parma. Ecco un rapido e affidabile elenco:

Trattoria CorrieriTrattoria del TribunaleTrattoria Ronzoni – Antica Osteria della Ghiaia

Se varcate il torrente e andate ad ammirare il bellissimo Parco Ducale, potrete pranzare quasi all’interno del parco (e all’aperto nella bella stagione)  nella caratteristica Corale Verdi . Tornando in pieno centro, va ricordato anche  (però con una fascia di prezzo un po’ più alta rispetto ai precedenti) la trattoria delle Sorelle Picchi .

In centro ci sono ovviamente anche altri posticini interessanti, non solo di cucina strettamente parmigiana. Mentre un’ulteriore indicazione riguarda la famosa “torta fritta”, un modo qui diffusissimo ed appagante per gustare gli ottimi salumi del luogo: morbide e rigonfie losanghe di pasta fritta e salata non ripiene ma appunto pronte ad ospitare o ad accompagnare le fette di questo o quel salume. In molti dei luoghi del centro che vi abbiamo indicato la troverete sicuramente nel menù, ma se siete in auto e siete disposti a 10-15′ di strada ecco allora due indirizzi in zona Vigatto (alle porte della città a sud/est): Trattoria del Grillo e Trattoria Scarica .  Cui aggiungiamo Trattoria Da Romeo e Ristorante I trì siochètt .

(La foto è tratta dal sito della Trattoria Corrieri)

 

 

I migliori ristoranti di Parma: 3) Dove mangiare bene il pesce

Cattura

Se la cucina parmigiana gode di buona fama soprattutto per i suoi prodotti tipici, chi ama i piatti a base di pesce può comunque soddisfare il palato anche in piena pianura padana.

Due in questo caso, gli indirizzi parmigiani che consigliamo. Il primo smentisce il luogo comune che spesso ci tiene lontani dai ristoranti degli alberghi, in quanto il Parmigianino (nel complesso del Barilla Center a ridosso del centro, con ampio parcheggio e tavoli anche all’aperto oltre a quelli interni accostati al Grand Hotel de La Ville) ha saputo in questi anni ricostruire con successo la propria identità, anche e soprattutto nella preparazione del pesce che si affianca a piatti locali ed altre offerte.

La tradizione del pesce a Parma era invece, e ancora è, legata al Tramezzo, più periferico ma raggiungibile in auto in pochi minuti. Qui conta il lungo e consolidato rapporto costruito nel tempo con la clientela da Ugo Bertolotti.

PER SAPERNE DI PIU’/PER PRENOTARE:

Parmigianino: Gazzetta di Parma – TripadvisorSitoFacebookGoogle e Telefono

Al Tramezzo: Gazzetta di ParmaTripadvisor – FacebookGoogle e Telefono

Per chi invece ai muove a piedi in centro e vuole sperimentare una più innovativa formula di panini al pesce (ma ci sono anche piatti più tradizionali), vale la pena di segnalare anche il più informale Fish, di borgo Maestri.

Fish: Gazzetta di ParmaTripadvisor – FacebookGoogle e Telefono

P.S. – La cucina di pesce, a Parma, è stata ed è caratterizzata anche da altri ristoranti, secondo un flusso a ondate e a volta anche in base alle “mode” che hanno privilegiato questo o quel ristorante. Per arricchire la nostra sezione, ecco allora un articolo della Gazzetta di Parma seppure un po’ datato (2015): leggi  . Altre iniziative sono nate ultimamente anche in centro.

(La foto è tratta dalla pagina facebook del ristorante Parmigianino)

I migliori ristoranti di Parma: 2) Gli stellati

Cattura.JPG

Due sono i ristoranti  di fascia alta a Parma città, stellati e in generale molto quotati nei giudizi dei critici e nelle varie guide ma inevitabilmente anche con prezzi più elevati della media.

E’ ormai nella storia della ristorazione parmigiana Parizzi, nella centralissima via Repubblica. Sulla scia dei nonni Pietro e Luigina, e poi dei loro figli Ugo e Luciana, oggi il riferimento è lo chef Marco Parizzi, volto noto anche a livello nazionale per la partecipazione televisiva a “La prova del cuoco” su Raiuno.

Molto più recente la storia di Inkiostro, che è in via San Leonardo e quindi a un minuto dall’uscita del casello A1.

PER SAPERNE DI PIU’/PER PRENOTARE:

Parizzi: Gazzetta di Parma – Michelin – TripadvisorSitoFacebookGoogle e Telefono

InkiostroGazzetta di ParmaMichelin –  Tripadvisor – Sito – FacebookGoogle e Telefono

Se amate la cucina stellata (nella guida Michelin, ma con riconoscimenti anche nelle altre guide principali), gli indirizzi sono due e portano entrambi nella Bassa ovest della provincia di Parma, dove potreste unire il piacere gastronomico ad un itinerario nei vicini luoghi verdiani.  Si tratta dell’Antica Corte Pallavicina di Polesine ( Massimo e Luciano Spigaroli sono anche produttori di uno speciale culatello che finisce perfino sulle tavole del principe Carlo) e della Stella d’oro di Soragna.

PER SAPERNE DI PIU’/PER PRENOTARE:

Antica Corte Pallavicina: Gazzetta di ParmaMichelinTripadvisor SitoFacebookGoogle e Telefono

Stella d’oro: Gazzetta di ParmaMichelinTripadvisorSitoFacebookGoogle e Telefono

(La foto che vedete è sul sito del ristorante Inkiostro)

I migliori ristoranti di Parma: 1) Cucina parmigiana tradizionale

Cattura

Se volete mangiare “parmigiano”, l’indirizzo più classico e sicuro è Cocchi, in viale Gramsci  (la via Emilia Ovest nel tratto di città) a fianco dell’Ospedale Maggiore, angolo via Abbeveratoia: tortelli d’erbetta, anolini in brodo, carrello dei bolliti, salumi da accompagnare magari con la tentatrice “torta fritta”… C’è anche il savarin di riso, il piatto che per decenni fece la storia e il “mito” del ristorante Cantarelli a Samboseto (che oggi non esiste più).

Altrettanto sicuro, ma appena fuori città, è il ristorante I due platani. E’ in una frazione incollata a Parma (Coloreto) e ai piatti della tradizione parmigiana abbina alcune proposte più ricercate, eredità del lavoro svolto presso l’Ambasciata di Quistello. Con una citazione a parte per il richiestissimo zabaione.

PER SAPERNE DI PIU’/PER PRENOTARE:

Cocchi: Gazzetta di Parma – Michelin – TripadvisorSitoFacebookGoogle e Telefono

I due PlataniGazzetta di ParmaMichelin – Tripadvisor – Reportergourmet – FacebookGoogle e Telefono

Se questi sono probabilmente i due indirizzi migliori, c’è comunque una schiera di piccoli ristoranti e trattorie in città o appena fuori che garantiscono un incontro soddisfacente con la cucina parmigiana più tradizionale

(La foto è un particolare tratto dal sito del ristorante Cocchi)

Powered by WordPress.com.

Up ↑