Search

ilcielodiparma

Un blog parmigiano senza pretese e senza bandiere

Category

Senza categoria

Ciao Direttore, ciao Pippo

In questa foto e in questi sorrisi di due anni fa c’è tantissimo che oggi rimbomba nel cuore. C’era la risata di tutti e tre perchè avevamo appena rievocato quando il Direttore Mendogni piombò nello studio di Radio Parma e sorprese i suoi due redattori mentre (dopo avere consegnato i testi del GR da leggere poco dopo) si erano uniti a Graziella Pelosi (e Betty?) per accompagnare, con i microfoni aperti e quindi andando in onda, i cori di “Maledetta primavera”…

Continue reading “Ciao Direttore, ciao Pippo”

La chiamano Mimì…

Struggente. Adorabile, grintosa, tenera, complicata. Che bel ritratto televisivo ha proposto ieri sera Raitre su Mia Martini.

Continue reading “La chiamano Mimì…”

Se Salvini avesse letto Tommasini…

Se non fosse così pieno di sè da continuare ogni giorno a scrivere e parlare, e si prendesse ogni tanto una pausa per studiare, forse Matteo Salvini avrebbe capito dell’Emilia Romagna ciò che invece non ha capito…

Continue reading “Se Salvini avesse letto Tommasini…”

E a Capitale della tolleranza chi si candida?

Non se ne può più. Ma veramente: non se ne può più di un dibattito che, da Parma all’intero Paese, è sempre più schierato, offensivo, sterile, povero…

Continue reading “E a Capitale della tolleranza chi si candida?”

Piazza Fontana: Benedetta la memoria

Mi aveva colpito il suo approccio concreto e documentato, posto con lieve freschezza al pubblico, quando due anni fa avevo presentato un suo libro-viaggio nel mondo della scuola. Ma ieri sera Benedetta Tobagi mi ha letteralmente incantato, con la sua lezione a Palazzo del Governatore sulla strage di Piazza Fontana.

Continue reading “Piazza Fontana: Benedetta la memoria”

John: la favola continua

Credo che nessuna cosa, fuori dalla cerchia delle persone che conosco e frequento, mi rispecchi e mi sciolga come certi testi e certi passaggi della musica di John Lennon. Quindi non potevo mancare allo spettacolo di Felino,

Continue reading “John: la favola continua”

Il cinema disegnato al buio da Leo Ortolani

Leo Ortolani visto da lontano. Doppiamente: innanzitutto perchè avvicinarsi a lui al Libraccio, anche solo per conoscerlo e fargli i complimenti, avrebbe significato per l’unico o quasi ultrasessantenne presente mettersi in fila con un pubblico mediamente di due terzi più giovane… E visto da lontano anche nel senso che il mondo di Ortolani (fumetti e un certo tipo di cinema) si identifica con alcune delle mie mille lacune culturali: forse nemmeno le prime che cercherò di colmare. Però

Continue reading “Il cinema disegnato al buio da Leo Ortolani”

Se Ultimo tango va dall’analista

Il film l’avevo già visto e l’ultima splendida domenica di settembre a tutto invitava tranne che alla proiezione di un film al chiuso. Ma mi incuriosiva molto la proposta bertolucciana del cineclub degli amici Mariagrazia e Armando Caroli, e ancor più mi intrigava l’idea di una lettura di “Ultimo tango a Parigi” fatta non da un critico cinematografico ma da una psicanalista.

Pagine: 1 2

Andiamo in Pace

Correttezza impone che io parta dalle mie diffidenze e dai miei dubbi, ripetuti più volte nei lunghi mesi del cantiere. Piazza della Pace (e di questo resto convinto) meritava un dibattito più ampio e che coinvolgesse tutta la città ovviamente senza riproporre le sterili polemiche che per decenni ne avevano bloccato la sistemazione. Ma le colpe del Comune, in questo,

Pagine: 1 2

Powered by WordPress.com.

Up ↑